TREKKING NEL PARCO DELLE FORESTE CASENTINESI

 

NORDIC WALKERS: via i bastoncini!  Zaini in spalla: che TREKKING sia! 4 GIORNI nel Parco delle Foreste Casentinesi

 

Il Parco delle Foreste Casentinesi  è stato il teatro della quattro giorni di trekking “zaino in spalla e via” vissuto da un gruppo di Soci di Nordic Walking e Dintorni A.s.d. sotto la magistrale, attenta e scrupolosa Guida di Pietro Baroni (neo Guida Ambientale, specializzato proprio in questo territorio).

                  Giovedì scorso ci siamo ritrovati, chi dalla Val di Cornia e chi da Firenze all’Eremo di Camaldoli e siamo partiti direzione Rifugio Ca’ di Sopra. Un itinerario molto suggestivo, seppur un po’ fangoso a causa delle recenti piogge, ha permesso al gruppo di vivere grandi emozioni. Costante è stata la presenza dell’acqua: ruscelli, torrenti, cascate, quindi immancabile è stato anche un vero e proprio guado! E’ stata davvero una bella esperienza per tutti: un po’ di esitazione all’inizio, ma dopo il passaggio nel torrente a scalzi i piedi erano rigenerati e pronti ad affrontare gli ultimi chilometri delle giornata per giungere al rifugio.

                  Ca’ di Sopra è una struttura immersa nella natura, di fronte alla diga di Ridracoli. Conduzione familiare: l’accoglienza impeccabile, l’atmosfera suggestiva e il cibo buonissimo! Abbiamo passato una serata splendida, condivisa anche con alcuni daini che ci aspettavano sul prato dopo cena.

                  Una bella dormita… una bella colazione e via: si riparte alla volta i Campigna! Il secondo giorno il percorso era, come previsto, più impegnativo. Non tanto per i chilometri a fare, quanto per il dislivello. Ogni fatica, però, è sempre ripagata da spettacoli della natura unici, come quello che ci è stato riservato a San Paolo. In alto, ma non troppo, con una visione a 360° spettacolare! Dopo il sudore speso in salita si scende, i nuvoloni ci accompagnano dalla mattina, ma il vento li fa danzare con movimenti dolci. Solo a pochi chilometri dall’arrivo abbiamo dovuto cedere e passare in modalità pioggia: copri zaino e mantella pronti all’uso! La tappa l’abbiamo conclusa con onore sotto un bel temporale di acqua e un po’ di grandine.

                  L’indomani siamo tutti pronti per la partenza, puntuali alle ore 8.30. I dolori muscolari della sera prima si sono dissolti nel riposo e nel buon cibo: la tappa di sabato è più lunga, ma il dislivello preoccupa meno il gruppo. Il passaggio sul crinale di Sasso Fratino è stato indimenticabile, seppur freddo, 3°C per buona parte della mattina, ma molto emozionante! Un luogo magico e incontaminato, che ci ha regalato anche qualche passo sula neve! Cammin cammina, ripassando anche per luoghi a noi già noti, siamo giunti nel pomeriggio a Badia Prataglia: uno splendido paesino in provincia di Arezzo, degno di una bella passeggiata defaticante, un po’ di sole e ancora qualche chiacchiera tra amici viandanti.

                  Domenica la partenza era stata prevista di buon ora: alle 8.00 gli zaini sono già in spalla e si parte in direzione Eremo i Camaldoli, ultima tappa, corta, ma il meteo non è dalla nostra parte. Infatti dopo poco più di un paio d’ore di strada il vento si calma e la pioggia inizia a farsi strada anche tra gli alberi del bosco. Ci ha accompagnato per un po’, bagnata, fredda, lenta e inesorabile: regalandoci colori e profumi diversi dal solito. Purtroppo non siamo potuti salire sul Monte Penna per rivedere il nostro itinerario dall’alto, ma siamo arrivati, comunque, felici in fondo al nostro viaggio di questi quattro giorni.

                  GRAZIE dal cuore al nostro Pietro, giovane Guida, di grande entusiasmo e professionalità! Camminano con lui, ascoltando le sue storie su tutto ciò che ci avvolgeva, accompagnava ogni fatica si è trasformata nella gioia di essere giunti.

                  Il nostro zaino è tornato a casa pieno di una nuova esperienza. Ora, pian piano, durante il nostro viaggio della vita, si rivelerà a tutti noi, nel nostro corpo, nel nostro spirito e nella nostra quotidianità. Sarà bello condividere tutto ciò anche con gli altri amici Nordic Walkers. E… per qualcuno… di sicuro questo cammino con lo zaino, quattro giorni nei boschi, è stato molto importante per la prossima esperienza, agonistica, della 32km del Passatore!

                  Complimenti a tutti e grazie a tutti noi per questa bella esperienza insieme!

                  Alla prossima!

 

Annalena Cocchi

 

Direttore Tecnico “Nordic Walking e Dintorni A.S.D.”

Istruttrice di Nordic Walking F.I.D.A.L. – S.I.N.W. e Allenatrice di Nordic Walking A.S.I. – S.I.N.W.

Preparatore Atletico e Sportivo, Istruttore Posturale AICS

Consulente in Mental Coaching nello Sport

 

www.nwedintorni.com

www.outdoorsportsvaldicornia.it

www.mareasanvincenzo.it

www.apiediperilmondo.com

F.B. Annalena Nordic Cocchi


foreste casentinesi foreste casentinesi foreste casentinesi foreste casentinesi foreste casentinesi