ETRUSCHI DEI BOSCHI: FEBBRAIO IN NOTTURNA

 

Le uscite in notturna in mountain bike hanno sempre il loro fascino ma pedalare nel comprensorio della Val di Cornia e del Promontorio di Piombino dal tramonto alla notte è un esperienza ancora più unica. Ritrovo e partenza dal centro di Venturina Terme

Scegliamo per il giro di questa sera l’avvicinamento al Promontorio di Piombino attraverso la stradine sterrate tra i campi subito dopo lo stretto sottopasso appena prima della stazione ferroviaria di Campiglia Marittima. Da qui fino verso Populonia Stazione si pedala tra immense distese di campi di girasole e quindi, coerentemente allo spirito degli Etruschi dei Boschi, ci sembra un ottimo scenario per scattare qualche foto divertente.

Dopotutto i colori delle nostre divise sono ispirati anche a questo fiore. Proseguiamo poi sempre tra i campi fino al dedalo di stradine tra i lotti che ci permettono di evitare l’abitato di Populonia Stazione così da approcciare le prime salite al Promontorio di Piombino. Il bosco la notte è un luogo fatato che regala emozioni speciali però questa sera il caldo si fa sentire a causa della forte umidità portata dalla scirocco per cui le belle sensazioni si mescolano con il fastidio del sudore percorrendo le tecniche e dure salite che portano alla “chiesina”.

La chiesina sul Promontorio rappresenta per noi un classico palcoscenico, sia di giorno che di notte, per scattare qualche foto creativa approfittando della sosta.
Questa sera le luci e le ombre ci hanno ispirato “l’ombra della sera”, noto monile votivo etrusco, e quindi scatti d’obbligo.

Ripartenza verso Populonia affrontando la divertente discesa fino al parcheggio e poi la salita asfaltata verso l’abitato di Populonia questa sera sferzato dal forte vento proveniente dal mare. Evitiamo l’ingresso nel borgo perché troppa gente e ci lanciamo nella velocissima discesa verso il Golfo di Baratti. Questa discesa va sempre affrontata con attenzione, specialmente di notte, non solo per le auto ma anche per gli animali che possono attraversare Improvvisamente e dato che la velocità può essere elevata in discesa meglio prestare attenzione.

Il Golfo di Baratti è sempre piacevole da attraversare specialmente se c’è una focaccia con polpo e pecorino ad aspettarci. Ma questa sera il vento ha anticipato le chiusure dei chioschi per cui appaghiamo la nostra fame con  buona pizza e birra.
Si rientra verso Venturina Terme costeggiando il Pozzino e la pineta di Rimigliano per poi immetterci sulla stradina asfaltata che passa vicino all’aviosuperfice per arrivare alle Lumiere e poi a casa.
Un percorso adatto per fare fondo e divertirsi sui panoramici e tecnici single track del Golfo di Baratti e del Promontorio di Piombino.

34 km / 300m di dislivello / difficoltà: 90% facile e 10% medio tecnica


febbraio in notturna febbraio in notturna