AGILITY DOG E FLUIDITA’

La prima cosa che viene in mente, pensando all’agility dog, sono i salti. Spesso si ha impazienza di “alzare” le stecche per arrivare prima possibile all’altezza massima che il nostro cane possa saltare. Ma l’agility dog non è un singolo ostacolo, bensì un insieme di ostacoli, legati da un filo invisibile secondo una sequenza definita. Ho sempre immaginato il percorso di agility come una linea fluida da percorrere, tracciata lungo 15-21 ostacoli da eseguire tutti d’un fiato, nel modo più veloce ma preciso possibile.

Per percorrere questo tragitto, è necessario preparare molto bene il nostro cane sui singoli ostacoli: farglielo conoscere gradualmente, farlo familiarizzare con il materiale (gomma, montanti laterali del salto ecc.) ma anche con i rumori che l’ostacolo può produrre mentre lo affronta. Dopo aver consolidato la conoscenza di ogni singolo elemento del percorso, è necessario metterli in sequenza nel modo più fluido: il nostro cane affronta il percorso secondo l’ordine numerico prestabilito degli ostacoli, con noi di fianco (correndo), cambiando posizione, tracciando traiettorie per fargli percorrere il minor spazio possibile per guadagnare tempo ecc.

La fluidità è però un esercizio che si insegna già dai primi mesi di educazione del cucciolo. Spesso consiglio di effettuare semplici giochi con il proprio cane (cucciolo o adulto) al fine di imparare a gestire il cane. Si parte con esercizi più lenti, per poi arrivare alla corsa/scatti sui lati destri e sinistri, abituandoli anche a cambi di direzione repentini, facendogli magari seguire un gioco che teniamo prima in una mano e poi nell’altra. Il nostro cucciolo/cane adulto impara così a seguirci, ad osservare quale mano utilizziamo per indicargli l’ostacolo e, soprattutto, noi umani impariamo a gestire la nostra postura: mano e piede dello stesso lato si muovono in avanti per “lanciare” il nostro cane sull’ostacolo, oppure il nostro corpo si ritrae indietro per avvicinare il cane a noi e quindi evitare che affronti un ostacolo da ignorare ecc. Come sempre, ogni passo dell’agility prevede gioco e divertimento, quindi di conseguenza stima, armonia e maggiore collaborazione tra cane e conduttore.


agilty dog e fluidità